Richard Trenton Chase, il Vampiro di Sacramento

ATTENZIONE, PER IL CONTENUTO DEL TESTO E DELLE IMMAGINI FORTI CHE SEGUONO CHE POSSONO URTARE LA VOSTRA SENSIBILITA’, IL TUTTO E’ CONSIGLIABILE ESCLUSIVAMENTE AD UN PUBBLICO DI SOLI ADULTI.

di Andrea Minotti

“Maschio bianco di età compresa tra 25-27, sottile, aspetto denutrito, unico, che vive da solo in una station wagon abbandonata, e di, posizionato entro un miglio dall’abitazione delle vittime, sarà estremamente sciatto e trasandato, e le prove crimini, saranno trovate presso la sua abitazione. Sospetto avrà una storia di malattia mentale e l’uso di droghe . Sospetto, sarà un solitario disoccupato che non si associa con maschi o femmine e probabilmente passa la maggior parte del tempo nella sua residenza. Se risiede con chiunque , sarà con i suoi genitori, ma tuttavia, questa affermazione è improbabile. Sospetto non ha avuto una storia militare preventiva, frequenta una scuola superiore o l’università; probabilmente soffre di una o più forme di psicosi paranoica”. -profilo di Robert Ressler-

foto segnaletica, i deliranti
Chase è uno “stano” individuo, mentalmente instabile a tal punto da credere d’esser affetto da una malattia che gli stava prosciugando il sangue, e che per non morire doveva berlo per reintegrarlo. Il personaggio di oggi, è un serial killer disorganizzato, infatti i suoi sei omicidi non sono pianificati, non ha un alibi di ferro e lascia molte tracce ed indizi sulla scena del crimine. Chase ha molti soprannomi: Dracula Killer, Vampiro di Sacramento, Vampiro Killer, tutti, legati al sangue. Spesso però questa gran sete di sangue può mutare e trasformarsi in vampirismo sessuale, una forma molto simile alla pratica del cannibalismo, perché consente a colui che lo pratica, di consumare “intimamente” la vittima.

Richard Trenton Chase, nasce il 23 maggio del 1950 a Sacramento, ha passato un’infanzia molto difficile ed infelice, con genitori molto violenti e rigidi, si pensa addirittura, che abbia subito ripetuti stupri da parte della madre. Quest’ambiente familiare ostile per la crescita di un infante, ha portato il piccolo a riscontrare la triade di Macdonald°( sindrome che prevedere tre comportamenti anormali nella fanciullezza: piromania, crudeltà verso gli animali, enuresi notturna) solo all’età di 10 anni. In età adolescenziale, iniziò ad avere problemi con la disfunzione erettile(impotenza sessuale) dovuta a problemi psicologici, ed abusi di droghe e medicinali. Rivenuto ormai mentalmente instabile e soggetto ad attacchi continui d’ipocondria e di disturbi paranoidi(dichiarò ai medici che qualcuno gli aveva rubato l’arteria polmonare, che le sue ossa stavano uscendo dal corpo, che lo stomaco si stava sciogliendo, che il suo cuore a volte smetteva di battere e spaccava le arance mettendosele in testa, perché credeva di assorbire le vitamine per osmosi più in fretta, ed arrivando direttamente al cervello), ricoverato in ospedale gli è stata diagnosticata una forma di schizofrenia.

Ormai sempre più paranoide e convinto che la madre lo volesse avvelenare, scappa di casa ed affitta un appartamento con un suo amico, ma le stranezze(appena entrato in casa, creò vie di fuga per paura di esser inseguito, o di girare nudo e drogato  per l’abitazione) di Richard, lo portano all’abbandono da parte del coinquilino. Solo e senza che nessuno gli stia tra i piedi, inizia ad effettuare pratiche di vampirismo, bevendo il sangue, smembrando, divorando crudi o trangugiando le interiora di conigli ed altri animali, dopo averle frullate per fare degli smoothies, intento a salvare il proprio cuore che secondo lui, si stava rimpicciolendo.

1975. Per un’intossicazione al sangue causata da un’iniezione diretta di sangue di animali(per alcuni di coniglio, per altri dell’acido,) nelle sue vene, e viene nuovamente internato; qui i medici, riscontrano una schizofrenia, dovuta dall’abuso di medicine, ma curabile con farmaci sperimentali. Gli scarsi risultati della terapia, portarono il futuro Vampiro a fuggire dall’ospedale , ma subito dopo viene catturato(al momento della cattura, aveva la bocca piena di sangue per aver divorato poco prima un uccellino) e trasferito in un’altra clinica, dove gli viene diagnosticata la sindrome di Reinfeld, per poi essere rilasciato nel 1976, perché ritenuto un soggetto non pericoloso.

Non è il primo serial killer, che viene ritenuto dai medici, o dai giudici, un soggetto non pericolo, che una volta rilasciato, comincia ad uccidere.

1977. Trovato un’altro appartamento, senza più il sussidio dei genitori e senza le sue medicine, Chase ricominciò a cacciare e torturare animali, e proprio in quest’anno che il 27 dicembre, uccide la sua prima vittima, Ambrose Griffin di 51 anni un ingegnere, con un colpo di fucile calibro 22 sparato da lunga distanza. Uccisa la sua prima vittima, cominciò a vagabondare per le case(era convinto che le porte aperte delle abitazioni, fossero il segnale che era il benvenuto infatti mise a soqquadro molte abitazioni, urinando o  defecando nei cassetti) alla ricerca di nuove vittime. Dopo aver spaventato delle abitanti del posto, nel 23 gennaio del ’78 “finalmente” trova sua seconda vittima: Teresa Wallin, incinta di tre mesi, che dopo averla uccisa con tre colpi di fucile calibro 22, trascinò il cadavere fino a raggiungere la camera, ed una volta posizionato il corpo di Teresa sul letto, iniziò a squartare ed effettuare atti di necrofilia e cannibalismo, ed infine, si fece un bagno con il suo sangue. Non passarono molti giorni dall’ultima vittima(due giorni dopo), rubò dei cuccioli per bere il loro sangue, e due giorni dopo,  Chase trova la sua terza vittima ideale, era il 27 gennaio, la trentottenne Evelyn Miroth, che uccide subito dopo aver sparato al vicino di casa mentre s’intoduceva nel suo appartamento. Entrato in casa della donna, uccise il figlio di sei anni ed il nipote di due, sparò alla testa di Evelyn, mentre era in bagno, prese il corpo e lo trascinò sul letto , fece dei tagli sul collo per dissetarsi, mentre  sodomizzava il cadavere. Tornato lucido dopo il bagno di sangue, decide di abbandonare l’appartamento, e per fuggire, usa l’auto della vittima, portando con se’ il corpo del figlio.

Ecco le immagini delle vittime e delle scene del crimine:

teresa wallin, i deliranti Teresa Wallin

vittima di Trenton richard chase, i deliranti  Corpo brutalmente trucidato della Wallin

Wallin crime scene, i deliranti Scena del crimine, ritrovamento del corpo di Teresa Wallin

Rings of blood near Wallin body, i deliranti  Cerchi di sangue vicino al corpo della Wallin

david-ferreira, i delirantiDavid Ferreira

jason-miroth, i deliranti Jason Miroth

evelyn-miroth, i deliranti Evelin Miroth

luogo ritrovamento ferreira, i deliranti Luogo del ritrovamento del piccolo David Ferreira, i deliranti

frullatore, i deliranti  Fullatore usato da Chase per fare gli smoothies

scena del crimine, i deliranti Scena del crimine

Scoperti i cadaveri dalla polizia, Richard  dopo aver finito di cibarsi del bambino, lascia il corpo vicino ad una chiesa, ed ubriaco e stanco rincasa mentre si diffonde l’allarme del serial killer.

richard chase sacramento, i deliranti

“La prima persona l’ho uccisa quasi per caso… la seconda volta era gente con i soldi e io ero geloso. Mi sentivo osservato e ho sparato a quella signora. Ho tirato fuori un po’ di sangue da lei. Sono andato in un’altra casa, sono entrato e c’era un’intera famiglia. Ho sparato a tutti. Qualcuno mi ha visto lì. Ho visto questa ragazzina. Lei ha chiamato la polizia, ma non sono riusciti a localizzarmi”. -dichiarazioni di  durante i colloqui in carcere con i criminologi Richard Chase-

Chase era il tipico serial killer di tipo disorganizzato, che sceglie le vittime in maniera casuale, lasciando molte tracce dietro gli omicidi, infatti fù catturato 4 giorni dopo.

1979. Finalmente arriva il verdetto: Chase viene condannato alla sedia elettrica. Durante i vari colloqui, i criminologi  raccontano che lui era stato costretto ad uccidere per non essere ucciso dai nazisti alieni, chiese una pistola laser per catturarli tutti

1980. Questo è l’anno che trermina la storia del tormentato e solitario  Vampiro di Sacramento, morto da suicida con un’overdose di antidepressivi, messi da parte nei mesi precedenti. Vittima di abbandono, o semplicemente uno spietato cacciatore di vite umane?

richard chase, i deliranti

Curiosità:

° : la Triade di  MacDonald, prevede tre sintomi:

– Piromania, godimento, appagamento o semplicemente gusto nell’accendere i accendere fuochi.

– Crudeltà verso gli animali(collegata allo Zoosadismo). Molti bambini possono essere crudeli verso gli animali, anche senza rendersene conto, partendo dallo strappamento delle zampe ai ragni, all’uccidere animali più grossi, come cani e gatti,  solo per il loro piacere o curiosità.

– Enuresi notturna, rappresenta fare la pipì a letto oltre l’età “normale” entro cui i bambini cessano tale comportamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *